Tu sei qui: Home Gare e concorsi FAQ - Domande frequenti
COMUNE DI ALBINO
Piazza Libertà, 1
24021 ALBINO (BG)

Tel. 035.759911
Fax 035.754718
E-mail tradizionale
protocollo@albino.it


PEC
protocollo.albino@cert.saga.it


Ufficio Relazioni con il Pubblico

POLIZIA LOCALE
Tel: 035-759922
Fax: 035-759946
E-mail

Polizia Locale
Richiesta permessi temporanei ZTL, informazioni, rilievi fotografici, pagamenti

NEWSLETTER


Per iscriversi inviare la richiesta a newsletter@albino.it

(mail valida solo per iscrizioni alla newsletter)

Eventi ad Albino
You Albino
Pericolo Gioco d'Azzardo
Patto dei sindaci
 

FAQ - Domande frequenti

1) Il D.M 18 dicembre 1975 definisce al punto 3.5 palestre scolastiche di tipo A1, A2, B1 e B2. che in funzione dell'uso variano sensibilmente come dimensione.
Nel bando si richiede, nella tabella delle funzioni relative alla scuola primaria, "1 palestra polivalente di tipo scolastico".
Che tipo di palestra prevedete? Una A1 ad esclusivo uso della scuola elementare o una palestra più grande a disposizione del polo?

La palestra è da intendere ad uso esclusivo della scuola elementare e, con riferimento al punto 3.5 del D.M. 18.12.1975, dovrà essere di tipo A1. 

 

2) Le classi della scuola elementare vanno comunque dimensionate per 25 alunni come da D.M. 1975 o tarate sull'effettivo esigenza di 20 alunni dichiarata dal bando? 

Le classi dovranno essere dimensionate per n. 25 alunni

 

3) Allegato B del bando si richiede "curriculum di lunghezza non superiore a 2 pagine A4 in cui siano evidenziati, in particolare,i progetti realizzati e non realizzati e gli eventuali risultati ottenuti in concorsi di idee e di progettazione (progetti premiati o segnalati);"
In caso di ragguppamento di più professonisti si presenta il curriculum di ciascun membro o è sufficiente quello del capogruppo?

Si specifica che il curriculum ha valenza soltanto conoscitiva e non concorre all'attribuzione del punteggio in quanto gli elementi di valutazione dell'idea progettuale proposta sono solo quelli indicati al punto 12 del Bando.
In caso di raggruppamento di piu' professionisti (nei modi previsti dalla Legge) il curriculum di due pagine formato A4 dovrà essere redatto da ogni singolo professionista firmatario della proposta.

 

4) Chiarimento circa l'esatto orientamento dell'area in oggetto in quanto non si trova corrispondenza tra il nord indicato sugli allegati 1 (rilievo planialtimetrico) e 2 (estratti di mappa e aerofotogrammetrico) rispetto a quello degli elaborati di PGT approvato.

L'orientamento corretto dell'area oggetto dell'intervento è quello desumibile dagli elaborati del P.G.T. approvato

 

5) Sono disponibili le fotografie della zona oggetto del Concorso di idee?

Le immagini sono consultabili cliccando qui (archivio zip, 26 MB)

 

6) Non riesco ad aprire il file "Allegato 1 - Rilievo planolatimetrico e fotografico.dxf" contenuto nel bando.

Il file è stato creato con la versione 2008 di Autocad, pertanto potrebbe non essere compatibile con le precedenti versioni del programma. Si rende disponibile il file in versione compatibile con le precedenti versioni di Autocad cliccando qui

 

7) Nelle NTA del Pds è specificata una superficie coperta del plesso di 5320,60 mq. di cui 2652 appartenenti alla scuola media esistente. La superficie restante è "tutta" a disposizione degli edifici oggetto di concorso oppure può essere utilizzata solo la superficie coperta indicata per la scuola elementare 3 (des), scuola materna 4 (des) e circolo didattico?

L'area delimitata dal perimetro d'intervento (vedi allegato 1) è tutta utilizzabile per la realizzazione degli edifici di scuola elementare, materna e circolo didattico ad eccezione dell'area già occupata dalla scuola media e dalla relativa palestra e fatti salvi i vincoli urbanistici esistenti sulla rimanente area (vincolo cimiteriale, divieto di edificazione in superficie nell'area limitrofa alla chiesa esistente). 

8) Nelle NTA del Piano dei Servizi al punto "Analisi preliminare del Layout funzionale" viene descritta la "Verifica del dato dimensionale del quadro esigenziale - Polo scolastico Slp 4.240,00 mq.: da dove deriva il dato? e che vincolo progettuale rappresenta?

Il dato di slp del Polo scolastico: slp = 4.240,00 mq. non rappresenta vincolo progettuale. 

9) Il Centro di cottura previsto dal bando non è mai dimensionato: esiste uno studio di fattibilità al riguardo? La sua superficie è compresa nel dato precedente (slp 4.240,00 mq.)? Il rapporto di copertura del 25% contenuto all'ultimo comma del citato Punto Analisi preliminare del Layout Funzionale è progettualmente vincolante e comprende anche la superficie del Centro di cottura?

Non esiste uno studio di fattibilità specifico del Centro cottura. Il rapporto di copertura del 25% riportato nell'analisi preliminare del Layout non è progettualmente vincolante.

10) Il Bando prevede la realizzazione della mensa scolastica. Si chiede:
a) gli alunni iscritti alla mensa dei tre plessi sono 217: è da intendersi tre plessi della scuola primaria in accorpamento?
b) la capienza della mensa della scuola media è di 112 posti - attuali 75: quanti sono gli alunni della scuola media iscritti alla mensa e quanti potrebbero diventare?
c) Attualmente la mensa della scuola media dispone di cucina?

a) I 217 alunni iscritti alla mensa sono quelli dei 3 plessi delle scuole primarie in accorpamento;
b) la capienza massima della mensa della scuola media è di 112 posti. Attualmente gli iscritti alla mensa sono n. 75;
c) La mensa della scuola media, attualmente, non dispone di cucina ma solo di locali per la distribuzione dei pasti.


11) Il centro di cottura sembra dover servire anche altri plessi scolastici: è vero? Se si, sono da prevedere spazi e/o ambienti di logistica per lo stoccaggio delle derrate alimentari ed il trasporto di distribuzione?

Come indicato all'art. 5 punto a) "Centro di cottura", il centro di cottura dovrà essere dimensionato per produrre 800 pasti al giorno per rifornire sia il nuovo polo scolastico che tutte le altre scuole dell'obbligo di Albino ad eccezione del Nido e della scuola materna di Albino e quindi dovrà prevedere le infrastrutture necessarie per queste esigenze.

12) Nell'area sottratta all'edificazione di superficie è possibile realizzare strutture interrate?

Si, potranno essere realizzate strutture di servizio consentite in ambienti interrati come ad esempio il parcheggio per i dipendenti.

 

13) E' possibile ricevere il seguente materiale aggiuntivo?
a) Piante, tutti i prospetti e sezioni della scuola media esistente in formato dxf o dwg
b) Planimetria dell'estratto aerofotogrammetrico scala 1:2000 in formato dxf o dwg
c) Foto aeree dell'area e del suo intorno

a) Clicca qui
b) Clicca qui
c) Clicca qui

 

14) E' possibile avere delle indicazioni sull'ubicazione dell'attuale mensa e la planimetria del piano interrato?

La mensa esistente è ricavata nei locali seminterrati della scuola media con accesso dall'interno della scuola e
dal fronte su via IV Novembre.
Si allega l'Allegato 6 contenente la pianta del piano seminterrato: PDF - DWG

 

15) Il progetto si sviluppa su un'area abbastanza vasta. Dover riportare le piante in scala 1:200 utilizzando solo 2 fogli in formato A0 risulta molto penalizzante per una rappresentazione chiara ed esaustiva del progetto, difatti l'inserimento delle piante complete non consentirebbe di inserire altri elaborati grafici nelle tavole. A tal riguardo chiedo se è vincolante la rappresentazione in scala 1:200 di tutte le piante e se gli ulteriori elaborati che, il bando concede di consegnare, vengono in qualche modo valutati dal momento che devono essere consegnati insieme agli elaborati obbligatori

La scala di rappresentazione "1:200", secondo il Bando, è la più piccola scala utilizzabile per le piante, i prospetti e le sezioni degli edifici in progetto, mentre la scala "1:500" è la più piccola scala utilizzabile per la planimetria generale dell'area. Per le altre rappresentazioni eventualmente aggiunte alla planimetria, alle piante, ai prospetti ed alle sezioni, possono essere scelte le scale ritenute più opportune.
Ulteriori elaborati oltre quelli minimi richiesti dal bando non verranno presi in considerazione ai fini dell'attribuzione del punteggio così come indicato nel Bando.

 

16) Le due contemporanee condizioni poste nel Bando che prevedono la stampa degli elaborati su "forex" e la loro consegna solo tramite poste (viene esclusa la consegna a mano), pone problemi
economici e tecnici per la loro spedizione. E' possibile agevolare tale aspetto eliminando una delle due condizioni sopra descritte?

Sia le modalità di consegna postale indicate nel Bando, sia il formato "forex" per gli elaborati grafici sono requisiti inderogabili per la presentazione dell'idea progettuale pena l'esclusione dal concorso secondo le modalità previste nel Bando.

 

17) Ci sono indicazioni specifiche rispetto all'attuale strada (Via IV Novembre) che taglia in due l'area di intervento? Può essere eliminata e resa disponibile come area edificabiel o deve essere salvaguardata? Le proposte progettuali possono liberamente disporre se mantenere la strada, eliminarla o modificarla?

Le idee progettuali possono liberamente disporre se mantenere, eliminare o modificare l'attuale via IV Novembre (limitatamente al tratto compreso nell''area di intervento).

 

18) All'interno dell'area oggetto del concorso sono da prevedere parcheggi pubblici o ad uso pubblico e parcheggi riservati al personale? Nel caso di risposta affermativa, vi sono elaborati su cui sono indicate le superfici eventualmente necessarie?

Si, dovranno essere previsti parcheggi sia pubblici (a prevalente uso da parte degli utenti abituali del polo scolastico) sia parcheggi riservati al personale dipendente da prevedere, questi ultimi, ad esempio, interrati. Nell'Allegato 1 - Rilievo planoaltimetrico e fotografico è delimitata un'area nella quale è possibile la sola costruzione di strutture interrate come può esserlo il parcheggio. Una parte dei parcheggi pubblici a prevalente uso da parte degli utenti abituali del polo scolastico dovrà essere riservata ai disabibili e ai loro accompagnatori, specie in prossimità della sezione potenziata per portatori di handicap grave della scuola primaria.

 

19) All'interno del programma per la scuola priamaria viene richiesta "la sezione potenziata per handicap grave" con indicazione dei locali previsti. Considerando che tale servizio si rivolge all'ambito territoriale, è possibile o auspicabile che tale servizio abbia una collocazione e una accessibilità autonome rispetto alla scuola elementare, quasi a configurare una sorta di "altra" scuola?
- E' possibile avere ipotesi di dimensionamenti di tali ambienti, considerando che il D.M. 18/12/1975 e la manualistica non danno indicazioni a riguardo?

- La Sezione potenziata per handicap grave deve essere intesa come facente parte della scuola primaria. Non è necessario che essa abbia una collocazione ed una accessibilità autonome.
- La Sezione potenziata dovrà essere costituita da 5 aule, come indicato nel Bando, le cui dimensioni potranno essere anche inferiori alle dimensioni minime per le aule di scuola elementare purchè siano garanti: l'accoglimento dell'utenza massima, per l'intera Sezione, di circa 15-20 ragazzi disabili; gli spazi per le attrezzature e gli arredi e l'accessibilità degli ambienti.

 

20) Per la scuola materna le indicazioni più recenti da parte dei pedagogisti suggeriscono di integrare gli spazi dormitorio e mensa all'interno della sezione didattica, eventualmente sovrapponendo più attività all'interno dello stesso locale, purchè compatibili tra loro. E' ipotizzabile seguire queste indicazioni oppure per voi tali attività sono da prevedere in appositi locali?

E' possibile seguire anche questa impostazione dell'idea progettuale.

 

21) La Direzione Didattica sarà comune a Materna, Primaria e Media?

La Direzione Didattica è relativa alle sole scuole Materna e Primaria.

 

22) La mensa della scuola Materna dovrà essere comprensiva di cucina a supporto della stessa?

I pasti, anche per la scuola materna da costruire all'interno del polo scolastico, saranno preparati e confezionati presso il nuovo centro di cottura del polo scolastico stesso. La scuola Materna dovrà avere i locali di servizio necessari per:
- il porzionamento e la distribuzione dei pasti;
- il lavaggio ed il ricovero delle stoviglie.

 

23) All'interno della zona di rispetto cimiteriale è consentita la sistemazione a parcheggi fuori terra e viabilità?

Non è consentita alcuna utilizzazione dell'area sottoposta a vincolo cimiteriale diversa dalla sistemazione a verde.

 

24) Per agevolare la consegna e in ragione della maggiore reperibilità del materiale si può assimilare il supporto "Forex" al "Poliplat"?

All'art. 9.2 del bando (documenti contenuti nella Busta A) si specifica che il supporto per le tavole UNI-EN-ISO A0, deve essere rigido bianco tipo forex da 6 mm. Può essere utilizzato, quindi, anche un formato diverso dal "Forex" purchè consenta l'esposizione delle tavole ad esempio su cavalletto.

 

25) In caso di consegna di plastico di progetto, questo deve essere "contenuto" nella busta A o in altro modo?

Il materiale aggiuntivo dovrà essere recapitato all’ufficio protocollo del comune anch’esso in forma anonima e con le medesime modalità previste per la relazione tecnica e per le tavole grafiche.

 

26) Si chiede conferma che l'iscrizione al Concorso è contestuale alla consegna degli elaborati e in caso di A.T.P. tra professionisti ogni componente compili l'Allegato B alla domanda di partecipazione mentre il solo capogruppo lo completi con la ricevuta di 20€.

Si conferma quanto riportato nella domanda.

 

27) Per il tema dei parcheggi il D.M. del 18/12/1975 prevede: "2.1.4 Il rapporto tra l'area dei parcheggi e il volume dell'edificio di cui all'art. 18 della legge 6 agosto 1967, n. 765 deve essere non inferiore ad 1 m2 su ogni 20 m3 di costruzione". Oltre alle nuove volumetrie di progetto sono da integrare anche i parcheggi dovuti alla volumetria della scuola media? L'Amministrazione Comunale intende dare altre indicazioni per la dotazione delle aree a parcheggio?

La dotazione di parcheggi dovrà essere, per quanto possibile, relativa all'intera volumetria degli edifici del polo scolastico.

 

28) In riferimento ai dati del bando per la scuola primaria, si richiede precisazione riguardante la composizione del numero di alunni per classe già dichiarata essere di 25. E' da mantenere il numero di aule indicate da bando, n° 20, o devono essere ridotte a n° 16 (400 alunni divisi in 16 classi da 25 ciascuna)? E soprattutto il dimensionamento della scuola deve essere fatto per 400 alunni?

Le aule dovranno essere dimensionate per il n° di 25 alunni.
Il numero di aule dovrà essere di 20 come indicato nel Bando.
La scuola va dimensionata per il fabbisogno indicato all'art. 5 A del Bando cioè 400 alunni.

 

29) Per quanto concerne i dati del bando per la scuola Materna sono previste n. 4 sezioni per l'attività didattica ordinaria oltre gli spazi accessori, il D.M. del 18/12/1975 di riferimento prende in considerazione n. di sezioni e n. di alunni. Chiediamo conferma che tale programma è da sviluppare per 120 alunni in n. 4 sezioni.

Si conferma il numero di 4 sezioni per la scuola materna con numero complessivo di alunni pari a 120 come da indicazioni standard del D.M. 18/12/1975.

 

30) Nel Bando è richiesta la progettazione di 20 aule scolastiche della capienza di 25 alunni ciascuna e di 6 aule laboratorio. Tra queste, o oltre ad esse sono previste aule interciclo?

Non è richiesto di prevedere ulteriori aule rispetto alle n. 20 aule per lezioni, le n. 6 aule per laboratori, le n. 2 aule speciali per disabili, le n. 5 aule della sezione potenziata per handicap grave e la sala polifunzionale.
Oltre alle precedenti aule sono da prevedere, ovviamente, gli altri locali indicati al punto 5.A) del Bando.

 

31) Si chiede se possano essere previsti interventi di superficie (ad esempio parcheggi - con necessità di movimento terra) sull'area "sottratta all'edificazione di superficie", computandoli poi tra gli standards del polo scolastico, e se si possano prevedere interventi di sistemazione/raccordo anche nella fascia (esterna al perimetro d'ambito) ricompresa tra l'area sopraccitata e il retro della Chiesa di San Pietro e dell'adiacente costruzione, e ciò applicando il punto F) dell'art. 5 del bando.

Sull'area "sottratta all'edificazione di superficie" non è prevista la realizzazione di alcuna opera se non quelle necessarie per consentire la realizzazione di opere interrate. Tra il confine dell'area di intervento ed i muri di confine del retro Chiesa e della costruzione ad essa adiacente possono essere previsti interventi di sistemazione o raccordo come previsto dall'art. 5.F) del Bando.

 

32) Dalla risposta alla FAQ n.27 relativa agli standards a parcheggi di cui alla normativa nazionale (D.M. 18/12/1975) si evince che, "per quanto possibile", la stessa è da applicare. Riguardo alle norme di cui all'art. 11 delle N.T.A. del Piano dei Servizi del P.G.T. relative alle dotazioni a verde e parcheggi, si chiede se siano da applicare integralmente, rilevando in particolare che l'attuale scuola media (composta da n. 16 aule) abbisognerebbe di ben 64 posti auto per i dipendenti più ulteriori 13 per visitatori. Si chiede inoltre quale debba essere il numero delle aule della scuola elementare da considerare per il calcolo dei parcheggi (n.20 attività didattica + ? sez. handicap grave + ...)

A specifica della risposta fornita al n. 27 delle FAQ e alla luce delle richieste si risponde che:
- lo standard previsto all'art. 11 delle N.T.A. del Piano dei Servizi del P.G.T. deve essere rispettato con riferimento ai
nuovi edifici scolastici di Scuola Primaria e Materna
- il n. di aule della scuola primaria da considerare nel calcolo dei parcheggi dovrà essere quello totale delle aule cioè 20 per le attività didattiche + 5 per la sezione potenziata handicap grave.

 

33) Si chiede se il Comune disponga, o possa preventivare, la quota di incidenza degli alunni (di materna, elementare e media) che si avvarrà del servizio di trasporto comunale (scuolabus), e ciò per valutare correttamente il carico di traffico privato cui sarà soggetta l'intera area scolastica. Si chiede inoltre se sia possibile prevedere se vi saranno orari di inizio e fine scuola dei tre istituti che andranno a sovrapporsi o se potranno essere sfalsati temporalmente.

Attualmente si stima una incidenza di circa il 20-30% di alunni che usufruiranno del servizio scuolabus.
Attualmente non sono previsti sfalsamenti dell'orario di inizio delle lezioni nei vari istituti.

 

34) Vista la necessità di spazi da destinare alla futura scuola elementare (20 aule e poi tutte le aule specialistiche, laboratori, ecc.) vista l'esiguità e la limitatezza dell'area per queste necessità dimensionali, si chiede se fosse possibile progettare l'edificio delle scuole alementari su tre piani anzichè due, come previsto dalla normativa scolastica vigente.

E' possibile progettare l'edificio di scuola elementare su più di due piani fuori terra.

 

35) Nell'inviare il plico tramite corriere o raccomandata a/r quale deve essere il mittente da indicare?

Nel caso in cui il plico contenente gli elaborati di concorso richieda, da parte del corriere, l'applicazione di un cedolino di identificazione del mittente, il plico contenente le Buste A e B dovrà essere racchiuso in un'altra busta in modo tale che, all'atto del recapito presso l'Ufficio Protocollo, la busta esterna riportante il mittente potrà essere eliminata dal medesimo Ufficio.

 

36) Nel progetto dovrà tenersi conto degli standards urbanistici quali la superficie compessiva coperta, la superficie coperta, il rapporto di copertura e l'indice di utilizzazione fondiaria, o è possibile andare in variante al PGT?

I parametri urbanistici, con riferimento all'area del polo scolastico, non sono vincolanti.

 

37) L'importo di previsione di spesa di € 8.000.000 è comprensivo di IVA? 

Si.

 

38) La relazione tecnica può contenere schemi, foto o tabelle? Se sì, sono da conteggiare all'interno del numero massimo delle 20 pagine?

La relazione può contenere tutto ciò che è ritenuto necessario a dare chiara e precisa nozione di quelle circostanze
che non possono risultare dai disegni. Sono ammesse, quindi, anche tabelle, schemi o riproduzioni fotografiche ma il numero massimo di pagine della relazione rimane di n. 20.

 

39) La zona è servita da gas metano?

Si.

 

40) Nella scuola media esistente, l'anello della rete antincendio è alimentato dall'acquedotto?

Si.

 

41) L'impaginazione delle tavole in formato A0 può essere sia in verticale che in orizzontale?

Si. 

 

42) L'area "sottratta all'edificazione di superficie" può essere solo trattata a verde?;
Nel caso possa essere solo trattata a verde e nel caso di realizzazione di parcheggi interrati, quindi di movimenti di terra per tale scopo, dovrà, successivamente essere ripristinata la configurazione attuale?
Attualmente dove sono ubicati i parcheggi della scuola media?

L'area sottratta all'edificazione di superficie può essere utilizzata solo per la realizzazione di opere interrate.
In questo caso il piano campagna potrà essere sistemato anche a quota differente da quella attuale ma con andamento pianeggiante e tale da garantire continuità con le aree limitrofe e la viabilità.
Attualmente i parcheggi a servizio della scuola sono localizzati in parte lungo la via IV novembre e in parte viene utilizzata l'area libera adiacente alla scuola media.

 

43) In riferimento alla vostra risposta al quesito n.23, nell'area sottoposta a vincolo cimiteriale prevedete esclusivamente sistemazioni a verde. All'interno di tale area sono ammessi movimenti di terra con relativi muri di contenimento tali da rendere accessibili locali siti ad un piano interrato?

Nell'area soggetta al vincolo cimiteriale non possono essere realizzate opere fisse neanche interrate.

 

44) Nella faq n. 31 si chiede "se possano essere previsti interventi di superficie (ad esempio parcheggi - con necessità di movimento terra) sull'area "sottratta all'edificazione di superficie", computandoli poi tra gli standards del polo scolastico". La risposta è "Sull'area sottratta all'edificazione di superficie non è prevista la realizzazione di opere interrate." Si chiede:
-Poichè per realizzare un parcheggio sono necessari grandi movimenti di terra ed opere edili di notevole importanza in termini di costi, potrebbe essere considerata, per ridurre l'impatto ambientale ed i costi, la possibilità di modellare il terreno per avere parcheggi a raso, con pavimentazione drenante o grigliati modulari?
- Nel caso in cui l'unica soluzione praticabile fosse quella del parcheggio, per non eccedere nelle opere di scavo è valutabile l'ipotesi di parcheggio seminterrato?

Non si prevede la realizzazione di parcheggi a raso sull'area sottratta all'edificazione di superficie.
Il parcheggio può essere realizzato anche seminterrato.

 

45) Le due aule speciali per disabili sono da comprendere nelle 20 aule o sono da computare oltre quelle richieste?

Nella scuola primaria le due aule speciali sono da aggiungere alle 20 aule per l'attività didattica ordinaria.

 

46) Se i partecipanti al concorso (art. 7.3 del bando) sono un gruppo di professionisti, occorre presentarsi come Raggruppamento Temporaneo di Professionisti già costituito o è sufficiente dichiarare di essere un costituendo Raggruppamento Temporaneo, impegnandosi, in caso di vincita, a costituire l'associazione e conferire mandato speciale irrevocabile a un mandatario?

Ai sensi degli artt. 90, 37 e 34 del D.Lgs 163/06 "è consentita la presentazione di offerte da parte dei soggetti di cui all'art.34 c.1, lettere d) ed e) anche se non ancora costituiti. In tal caso l'offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno i raggruppamenti temporanei o i consorzi ordinari di concorrenti e contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, da indicare in sede di offerta e qualificata come mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto prorpio e dei mandanti."

 

47) Locali seminterrati nella scuola primaria. In proposito, la normativa specifica (D.M. 18/12/1975) afferma che nessun locale, fatta eccezione per i locali tecnici, possa essere seminterrato, ovvero interrato per più della metà del perimetro. Questa indicazione è vincolante, considerando che, ad esempio, la mensa della scuola media è, attualmente, ubicata ad un piano seminterrato?
Nella scuola primaria, quali locali è possibile realizzare in un eventuale seminterrato?

Vanno seguite le indicazioni progettuali del D.M. 18/12/1975.

 

48) Circolo didattico e alloggio del custode. E' possibile realizzare tali ambienti all'interno dei volumi della scuola primaria?

Può essere seguita questa scelta progettuale. 

 

49) In riferimento alla domanda n. 12 pubblicata sul sito del Comune di Albino si chiede quali ragioni portano la Vs. Amministrazione a imporre vincoli che impediscono la realizzazione di spazi per la viabilità e per il parcheggio a raso nelle aree di rispetto cimiteriale e di "non edificabilità"? Esistono contratti vincolanti circa l'uso dell'area con i confinanti? Se si di che tipo?

I vincoli sono di natura urbanistica.

 

50) Il futuro polo scolastico (materna, elementare e media) dovrà essere unitario, recintato e con accessi comuni e controllati?

Si.

 

51) E' possibile modificare l'andamento naturale del terreno nelle zone destinate a verde?

Si. Occorre comunque prevedere ad una sistemazione unitaria e pianeggiante dell'area. 

 

52) Nell'area di intervento ed in particolare lungo Via IV Novembre, sono presenti linee di sottoservizi (gas, fogna, energia elettrica)? E' possibile avere dwg con indicazioni in tal senso?

Sono presenti sottoservizi interrati di gas, fognatura, energia elettrica e telefono. Non sono disponibili disegni dwg con indicazione delle reti se non l'Allegato 1 al bando (rilievo planoaltimetrico) in cui sono indicati pozzetti, caditoie, cabina metano, ecc.

 

53) La sintetica risposta fornita al quesito n. 50 pone ulteriori domande:
a) la necessità di dover prevedere accessi comuni e recinzione unitaria all'intero polo scolastico sembra imporre la chiusura di via 4 Novembre al libero traffico veicolare pubblico. E' questa la volontà dell'Amministrazione? O gli accessi possono essere anche distinti, ciò anche al fine di decongestionare l'area scolastica nei momenti di consegna/ripresa degli studenti da parte degli accompagnatori?
b) un sistema di controllo unitario degli accessi imporrebbe un unico servizio di controllo-portineria comune alle tre scuole, cosa non contemplata nel bando. Necessita prevedere tale servizio?
c) si rileva comunque l'esigenza di recintare singolarmente le tre scuole al fine di non realizzare spazi promisqui tra gli istituti, cosa indispensabile soprattutto per l'asilo nei confronti della media.

a) Nella domanda-risposta n. 17 all'indirizzo "http://www.albino.it/gare/faq-domande-frequenti" è già stato indicato che la destinazione della via IV Novembre, nel tratto compreso nell'area di intervento del polo scolastico, è lasciata alla scelta progettuale.
b) Non è richiesto un "controllo unitario degli accessi" ma la recinzione di tutto il perimetro del futuro polo scolastico. Nel bando, peraltro, è previsto l'alloggio per il custode "per assicurare il corretto uso delle strutture e prevenire atti di vandalismo".

 

54) In merito al programma funzionale è possibile avere indicazioni più precise su:
a - mensa scolastica. Considerando le previsioni di uso, considerando la mensa esistente della scuola media, alla fine per quanti utenti deve essere dimensionata?
b - Biblioteca. Che tipo di biblioteca prevedere? E' possibile avere una indicazione della superficie?
c - Sala polifunzionale e sala docenti. Anche in questo caso è possibile avere una indicazione più precisa sulle superfici necessarie?

a - Vedere domanda e risposta n. 10 e le indicazioni riportate sul bando.
b - La biblioteca a servizio della scuola primaria dovrà, indicativamente, avere le dimensioni di un'aula scolastica.
c - Nel bando è indicata la capienza massima di 50 persone.

 

55) Parteciperemo come raggruppamento temporaneo non ancora costituito; la figura del capogruppo potrebbe essere ricoperta da una società di ingegneria? Oppure il capogruppo deve essere individuato come professionista? Nel caso di una società di ingegneria, dovrà essere riportata la ragione sociale o il nominativo dell'amministratore unico?

Il capogruppo del raggruppamento temporaneo può essere un professionista o una società. In questo ultimo caso deve essere indicato il nome del legale rappresentante della società. Nel caso di società di ingegneria, ogni suo socio dovrà compilare la domanda di partecipazione al concorso di idee. Solo il capogruppo dovrà completare la domanda con la ricevuta del versamento indicata nel Bando.
Il raggruppamento temporaneo può, ai sensi dell'art. 37 d.lgs 163/06 e s.m.i., essere costituito anche dopo la presentazione dell'offerta. In questo caso, però, tutti i componenti dell'associazione temporanea devono sottoscrivere la proposta progettuale e la documentazione amministrativa del concorso deve essere completata con l'impegno che, in caso di aggiudicazione, gli stessi componenti conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, il mandatario, già individuato in sede di offerta.
Nel caso di società il mandatario sarà individuato con il nome della società e anche del suo legale rappresentante.

 

56) Vorremmo sottoporvi alcuni dubbi in merito all'area sottratta all'edificazione di superficie.
E' possibile localizzare in quest'area eventuali locali tecnici del plesso scolastico a quota interrata o seminterrata? 

Come già indicato nella domanda-risposta n. 12 pubblicata all'indirizzo http://www.albino.it/gare/faq-domande-frequenti, è possibile localizzare nell'area "sottratta all'edificazione di superficie" strutture di servizio come anche i locali tecnici e tutti i locali per cui le normative vigenti consentono la realizzazione interrata o seminterrata.

 

57) In merito agli interventi che è possibile realizzare nella zona compresa tra l'area sottratta all'edificazione di superficie, via Martiri di Cefalonia, via IV Novembre, la Chiesa di S.Pietro e altra proprietà confinante, chiediamo:
- si può intendere tale zona come area pedonale con sistemazione a verde, pavimentazione e rampe/scale per superare dislivelli?
- tali sistemazioni possono insistere sull'area sottratta all'edificazione di superficie?

- Si;
- Si.

 

58) All'interno di tutta l'area di progetto è possibile identificare liberamente zone destinate ad uso pubblico pedonale (verde e pavimentazione) esterne alla recinzione del plesso scolastico?

E' lasciata facoltà anche se l'area è destinata principalmente alla realizzazione del polo scolastico e non ad altre aree di uso pubblico.

 

59) Le aree destinate ad uso pubblico pedonale (di cui alla domanda risposta precedente) possono essere localizzate sull'area sottratta all'edificazione di superficie? 

Si.

 

60) Nella fascia di rispetto cimiteriale sono previste attrezzature sportive al servizio del plesso, è possibile realizzare entro la fascia di rispetto cimiteriale le relative aree pavimentate per i pedoni e per eventuali mezzi di manutenzione?

Non è consentita la realizzazione di alcuna infrastruttura fissa nell'area di rispetto cimiteriale come già indicato nella domanda-risposta n.23 pubblicata all'indirizzo http://www.albino.it/gare/faq-domande-frequenti.

 

61) E' possibile interrare i locali del centro cottura?

E' consigliata la scelta di non collocare in locali interrati il centro cottura.

 

62) In riferimento alla domanda 61 e alla possibilità di interrare o seminterrare il Centro Cottura si richiede:
- se l'indicazione data di non prevedere il Centro Cottura in locali interrati sia una disposizione normativa (e in questo caso quali siano i riferimenti di legge) o una preferenza dell'Amministrazione banditrice;
- in quest'ultimo caso, se e quanto una scelta diversa incida in termini di valutazione del progetto;
- infine se tale indicazione sia da intendersi valida anche in caso di collocazione del Centro Cottura in locali seminterrati.

- L'indicazione di non collocare il Centro Cottura in locali interrati è sia una disposizione normativa, sia una preferenza dell'Amministrazione.
Il D.P.R. 303/56 prima e il d.lgs 81/08 all'art. 65 stabiliscono il divieto di adibire al lavoro locali chiusi sotterranei o semisotterranei. La normativa richiamata prevede la possibilità di richiedere una deroga alla precedente prescrizione "quando ricorrano particolari esigenze tecniche". In questo caso dovranno,
comunque, essere adottati tutti i criteri costruttivi necessari ad assicurare idonee condizioni di aerazione, di illuminazione e di microclima (ad es. rete antiradon, intercapedini ventilate, areazione forzata, ecc.). In ogni caso la deroga potrà essere rilasciata previo parere favorevole da parte dell'ASL competente e a seguiito dellla presentazione di un progetto. Per questi motivi è lasciata libertà nella scelta dell'idea progettuale ai partecipanti al concorso.
- La valutazione delle proposte progettuali e l'assegazione dei punteggi, ai sensi dell'art. 12 del Bando, spetta esclusivamente alla Commissione Giudicatrice.

 

63) Per quanto riguarda il punto 2 dell'art. 9 del bando, la suddivisione in due gruppi dei materiali grafici richiesti deve corrispondere rigorosamente alla suddivisione degli stessi nelle due tavole o è possibile distribuirli liberamente garantendo la presenza dei materiali elencati?

Le rappresentazioni grafiche indicate al punto 2 dell'art. 9 del Bando sono quelle minime richieste e possono essere suddivise nelle due tavole formato UNI-EN-ISO A0 nei modi ritenuti più idonei dai partecipanti.

 

64) Il bando prevede la possibilità di inserire collaboratori e consulenti all'interno del raggruppamento temporaneo, però l'allegato B non permette di elencarne i nomi, è possibile modificarlo al fine di indicarlo? 

Nell'allegato B può essere aggiunta l'opzione per indicare un "collaboratore o consulente". Come indicato nel Bando, all'art. 7 c. 1, con riferimento ai collaboratori e consulenti, "Dovrà comunque essere dichiarata la loro qualifica e la precisa natura della loro collaborazione o consulenza".

 

65) Ho pagato tramite bonifico bancario le 20€ per il contributo dovuto. Basta allegare copia del bonifico eseguito e devo andare sul sito www.avcp.it per confermare il pagamento? Il sito mi chiede la registrazione e un codice che non abbiamo. Come devo fare?

Dopo essersi registrati, sul sito www.avcp.it, per poter comunicare gli estremi del versamento effettuato, occorre utilizzare il CODICE REA PER PROFESSIONISTI "11111" (cinque volte il numero 1).

 

66) Le due tavole A0 da montare su supporto rigido, vanno o possono essere plastificate?

Il Bando richiede l'utilizzo di "carta patinata bianca opaca". L'eventuale successiva plastificazione delle tavole grafiche non è richiesta ma è ammessa.

 

67) Si è notata una incongruenza relativamente all'individuazione del nord tra le tavole del PGT e il file dwg ALLEGATO 1 - rilievo.

E' già stato indicato nella domanda-risposta n° 4 che l'orientamento corretto è quello riportato negli elaborati del P.G.T. approvato.

 

68) Si chiede se è possibile avere estensione aerofotogrammetrico fino al centro del comune di Albino (zona palazzo municipale e via Mazzini)

I file sono disponibili cliccando qui: c5c1d3_2d.dwg (4,1 MB) e c5c1e3_2d.dwg (7,1 MB)

 

69) E' possibile pubblicare il link per scaricare la tavola del PGT relativa alla viabilità - Piano del Traffico?

I documenti del Piano Urbano del Traffico sono scaricabili cliccando qui

 

70) Nell'allegato B si fa riferimento ad un curriculum di 2 pagine A4 e a uno di 3 pagine A4, si intendono pagine, pagine fronte/retro, quindi per un totale di 4 e 6 facciate?

Le pagine del curriculum dovranno essere stampate sul solo fronte.

 

71) In riferimento al concorso si chiede se è possibile pubblicare l'aerofotogrammetrico in versione 3d relativo all'area di intervento e al centro di Albino, indicativamente via Mazzini.

I file sono disponibili cliccando qui: c5c1d3_3d.dxf (17,3 MB), c5c1e3_3d.dxf (24,7 MB), c5c1e2_3d.dxf (29,6 MB),  c5c1d2_3d.dxf (33,5 MB),  F04_3D.dxf (9,12 MB).

 

72) Si chiede se è possibile prevedere edifici a filo dell'area sottratta all'edificazione di superficie. 

Si, non è necessario mantenere una distanza di rispetto dal confine dell'area sottratta all'edificazione di superficie.

 

73) Il quadro economico di 8.000.000 € comprende anche gli arredi della scuola e del centro cottura?

Si, l'importo comprende anche gli arredi scolastici e del centro cottura.

 

74) E' possibile avere delle precisazioni circa la natura del terreno e la quota a cui si trova la falda in questa zona?

Non esistono, attualmente, indagini geologiche o geotecniche di dettaglio, e recenti, relativamente all'area oggetto di realizzazione del polo scolastico.
Alcune informazioni, di natura geologica, possono essere desunte dalla "Componente geologica, idrogeologica e sismica" allegata al Piano di Governo del Territorio della Città di Albino.
Una relazione geologica, di dettaglio, e riguardante la realizzazione della scuola media costruita nei primi anni '80 nell'area di realizzazione del polo scolastico viene di seguito allegata per la sola consultazione. Si precisa che questa relazione geologica era soltanto preliminare alla scelta della tipologia di fondazioni per la costruenda scuola media; risale, inoltre al 1978; ed, infine, indaga solo la parte superficiale del terreno di fondazione. Non è, quindi, da ritenere significativa per le scelte progettuali nei nuovi edifici del polo scolastico, ma fornisce soltanto alcune informazioni sullo strato più superficiale del terreno in una zona limitata dell'area interessata dalla realizzazione del polo scolastico, in particolare dell'area occupata dall'esistente scuola media.

Scarica relazione cliccando qui (1,64 MB)

 

75) E' possibile assegnare un titolo alla propria idea progettuale e quindi riportarlo sulle tavole e/o sulla relazione o bisogna indicare il titolo generico "nuovo polo scolastico di Albino"?

Ai sensi dell'art. 9 c. 7 del Bando di Concorso, che per comodità si riporta di seguito, non è consentito riportare sugli elaborati di progetto alcun elemento di riconoscimento come potrebbe essere il titolo dell'idea progettuale.
Art. 9 c.7. - "BUSTA A". recante il titolo "ELABORATI DI PROGETTO". In tale busta non andranno inseriti in alcun modo dati identificativi del proponente, segno, scritta, intestazione, firma, codice numerico/alfanumerico o altro elemento di riconoscimento, pena l’esclusione dal concorso.

 

76) Si chiede se nella impaginazione delle tavole, fermo restando le scale di rappresentazione richieste, è possibile distribuire gli elementi secondo le proprie necessità o la suddivisione indicata nel bando è da considerare un elenco prescrittivo di quanto deve essere contenuto in ciascuna tavola.

Ai sensi dell'art. 9 c. 8 al punto 2) "Nelle tavole, il concorrente, ai sensi del comma 3 dell’art. 108 del Dlgs n° 163/2006, espliciterà la proposta ideativa nella forma più idonea alla sua corretta, completa ed esaustiva rappresentazione." Vedasi anche la domanda-risposta n° 63.

 

77) La cifra di 8.000.000 € è riferita all'importo complessivo dei lavori in appalto comprensivo di IVA o alla somma a disposizione dell'Amministrazione comprensiva di spese tecniche, allacciamenti, imprevisti, etc. come derivante da QTE?

Come indicato all'art. 5 comma 2 del Bando di concorso, la cifra di 8.000.000 € rappresenta l'importo complessivo del quadro tecnico economico del progetto, quindi comprensivo delle opere a base d'appalto e delle somme a disposizione dell'amministrazione ai sensi dell'art. 17 del D.P.R. 554/99.

 

78) Nel caso di partecipazione di una società di ingegneria come CONSULENTE ogni suo socio deve ugualmente compilare la domanda di partecipazione al concorso? 

Una società di professionisti può essere individuata, dal partecipante al concorso, come consulente. Tutti i soci della società dovranno, anche in questo caso, compilare la domanda di partecipazione al fine di poter verificare che ciascun consulente non partecipi anche in altra forma allo stesso concorso (art. 7 punto 1 c. 7 del Bando) e per verificare che ciascun consulente non si trovi nelle condizioni di incompatibilità di cui all'art. 8 del Bando.

 

79) La dichiarazione con l'impegno di conferire mandato collettivo speciale al mandatario deve essere sottoscritta anche dai consulenti?

L'impegno di conferire mandato collettivo speciale al mandatario deve essere sottoscritta dai partecipanti all'eventuale raggruppamento e non dai consulenti o collaboratori.

 

80) In caso di consegna del plico di progetto tramite posta qual'è la data utile per la presentazione?

Come indicato all'art. 9 del Bando (Termini e modalità per la presentazione dei progetti) "Il plico dovrà pervenire all’ufficio protocollo del comune di Albino con sede in, piazza Libertà n. 1, 24021 Albino (BG), entro il termine perentorio delle ore 12,00 del giorno 10.03.2009" e ancora "Farà fede il timbro di arrivo apposto dai funzionari del suddetto ufficio protocollo del comune di Albino. Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non giunga a destinazione in tempo utile."

 

81) L'art. 7 del Bando - Requisiti di partecipazione - al punto 3, lettera e) cita "società di professionisti". Si richiede se per "società di professionisti" si intende società composte unicamente da Ingegneri e Architetti, oppure composte anche da professionisti iscritti ad altri albi professionali (tipo Geometri, Periti, ....).

All'art. 7 comma 1 del Bando è scritto:
"L’ambito del concorso è internazionale; sono ammessi alla partecipazione:
1. Gli Architetti ed Ingegneri iscritti ai rispettivi Albi Professionali, ai quali non sia inibito l’esercizio della libera professione sia per legge che per contratto o per provvedimento disciplinare.
La partecipazione può essere individuale o in gruppo, nel qual caso tutti i componenti del gruppo dovranno essere in possesso dei requisiti di cui al precedente comma.

Alla luce del precedente comma, i componenti di una società (di professionisti o di ingegneria) devono possedere
il requisito dell'iscrizione all'Albo professionale di Architetto o Ingegnere. Se una società di professionisti ha tra i suoi soci anche figure diverse dall'Architetto o dall'Ingegnere e intende partecipare al Concorso, i soci privi del requisito di iscrizione all'Albo degli Architetti o degli Ingegneri dovranno figurare come consulenti o collaboratori. 

 

 

Amministrazione trasparente

- ALBO PRETORIO
- PUBBLICAZIONI (delibere, ordinanze)
- BILANCI
PROTEZIONE CIVILE
Piedibus
Last Minute Sotto Casa
Portale della cultura
Città sane
Biblioteca di Albino
BIBLIOTECA DI ALBINO

SPAZIO AL LAVORO
Risorse e informazioni relative al mondo del lavoro
LA BIBLIOTECA INFORMA
Novità editoriali su welfare e servizi sociali
Sportello Unico Attività Produttive
Sportello Unico Edilizia e Attività Produttive
Piano di Governo del Territorio
Contrada di Piazzo e centro storico di Albino nei catasti storici
La contrada di Piazzo
RAGAZZI ATTIVI Progetto partecipazione e cittadinanza
Ragazzi Attivi
PIEDIBUS
Piedibus
PROGETTO ADOLESCENZA
ProgettoAdolescenza