Tu sei qui: Home Tira fuori la lingua
COMUNE DI ALBINO
Piazza Libertà, 1
24021 ALBINO (BG)

Tel. 035.759911
Fax 035.754718
E-mail tradizionale
protocollo@albino.it


PEC
protocollo.albino@cert.saga.it


Ufficio Relazioni con il Pubblico

POLIZIA LOCALE
Tel: 035-759922
Fax: 035-759946
E-mail

Polizia Locale
Richiesta permessi temporanei ZTL, informazioni, rilievi fotografici, pagamenti

NEWSLETTER


Per iscriversi inviare la richiesta a newsletter@albino.it

(mail valida solo per iscrizioni alla newsletter)

Eventi ad Albino
You Albino
Pericolo Gioco d'Azzardo
Patto dei sindaci
 

Tira fuori la lingua


TIRA FUORI LA LINGUA - EDIZIONE 2015

Bando - Concerto con Conferenza Stampa - Locandina - Cartolina

 Seguici su Facebook e Twitter

---


     4° concorso/festival dedicato alla lingua madre

Spettacolo di presentazione e premiazione delle opere

 

 

Clicco qui per info

 

Progrsamma di sala della serata

 
 

 
 

 

 

Clicca qui per conoscere i membri di Giuria


Giornata internazionale della Lingua Madre

UNESCO

In occasione della XXIX Conferenza Generale dell'Unesco nel 1999, il 21 febbraio fu proclamato "Giornata Internazionale della Lingua madre", su proposta del Bangladesh e con il sostegno degli altri 28 Paesi partecipanti. La data ricorda la sollevazione avvenuta nel 1952 nell'allora Pakistan orientale in difesa del bangla, madre lingua di quella parte del Paese.

Auspicando la creazione di una politica linguistica mondiale basata sul multilinguismo per tutti, l'Unesco propone di celebrare ogni anno la lingua come strumento di conservazione del patrimonio culturale di ogni popolo. I dati sono infatti preoccupanti:

  • più del 50% delle 6000 lingue mondiali è in pericolo;
  • il 96% delle 6000 lingue mondiali è parlato dal 4% della popolazione mondiale;
  • il 90% delle lingue mondiali non è rappresentato su Internet;
  • una lingua scompare mediamente ogni 2 settimane;
  • l'80% delle lingue africane non ha l'ortografia;
  • la metà di tutte le lingue mondiali risiede in solo 8 paesi: Papua Nuova Guinea (832), Indonesia (731), Nigeria (515), India (400), Messico (295), Camerun (286), Australia (268) e Brasile (234);
  • i contenuti presenti sulla rete Internet sono per il 68.4% in inglese, seguito dal giapponese (5.9%), dal tedesco (5.8%) e dal cinese (3.9%).

La Giornata verrà celebrata in diverse forme nelle varie sedi Unesco nel mondo. Presso la sede di Parigi, il Dipartimento Educazione e Cultura festeggerà la Giornata il 23 febbraio con l'inaugurazione di una mostra degli eserciziari di studenti delle scuole elementari di tutto il mondo e la proiezione di un documentario di produzione spagnola che tratta della comunità Mayol in Cina, la cui lingua madre è in pericolo. In Italia, la Commissione Italiana per l'Unesco ha scelto per la manifestazione centrale la città di Nuoro dove ieri e oggi si svolge il convegno "Un mondo di lingue" con interventi di linguisti ed esponenti del mondo universitario.

Per la Giornata, Discovery Communications in collaborazione con l'Unesco pubblica sul proprio sito brevi filmati di popolazioni con lingue "a rischio" e varie schede di presentazione. Tra queste lingue troviamo lo Scots Gaelic (in Scozia), lo Saami (Svezia), l'Haida (Canada), il Kadazandusun (in Sabah, Malesia), l'Ainu (in Hokkaido, Giappone), il Sharda (in Srinagar, India), l'Idu Mishmi (in Arunachal Pradesh, India), il Cucapa (Messico) e il Tobas (in Argentina).

L'Associazione per i popoli minacciati coglie l'occasione della Giornata per proporre l'introduzione nella Costituzione Europea di un articolo che garantisca i diritti delle minoranze linguistiche, etniche e religiose. Con riferimento all'Articolo 27 del Patto Internazionale sui Diritti Politici e Civili del 1966, l'Associazione propone la seguente formulazione: "Articolo X - Tutela delle Minoranze: I membri di minoranze linguistiche, etniche o religiose hanno il diritto di usare la propria lingua pubblicamente insieme ad altri membri del loro gruppo minoritario, di curare la propria cultura e di esercitare la propria religione".

"I diritti all'uso della propria lingua sono garantiti solo se fissati nella Costituzione. Solo in questo modo le lingue minoritarie possono avere un posto sicuro all'interno dell'UE" - nota l'associazione bolzanina. [GB]

Altre fonti: Discovery channel, Associazione per i popoli minacciati

LINK:
- Sito Internazionale dell'Unesco
Sito della Giornata Internazionale
- Documentazione in italiano

 


21 febbraio - Giornata Internazionale della Lingua Madre

La Giornata Internazionale della Lingua Madre celebra le 6.000 lingue parlate nel mondo; la Giornata è infatti un evento che vuole promuovere la diversità linguistica e l’educazione al multilinguismo.

Il tema della Giornata della Lingua Madre 2012 sarà “L’istruzione all’uso della lingua madre e l’educazione inclusiva”. L’obiettivo è di mettere in luce l’importanza della lingua madre dal punto di vista del diritto all’educazione, incoraggiandone quindi l’insegnamento.

L’educazione inclusiva è basata sul diritto degli allievi all’educazione di qualità, che abbracci l’insegnamento di base ed arricchisca la vita, con lo scopo di sviluppare inoltre il potenziale di ogni individuo, con più attenzione ai gruppi più vulnerabili ed emarginati.

L’obiettivo fondamentale dell’educazione inclusiva è di mettere fine ad ogni forma di discriminazione e favorire la coesione sociale.

Oggi, 75 milioni di bambini sono esclusi dall’educazione. Sette su dieci vivono nell’Africa Sub-Sahariana o nel Sud-Est dell’Asia. Il 60% sono bambine degli Stati Arabi ed il 66%  del Sud-Est asiatico. Le ragioni principali dell’impossibilità di accesso all’educazione sono la povertà, le discriminazione di genere, l’invalidità, il lavoro minorile, l’appartenenza a popoli indigeni, a minoranze lingustiche, a gruppi nomadi o rurali.

«Le lingue madri hanno la particolare funzione di esprimere per la prima volta il mondo con le parole, costituiscono la lente attraverso la quale lo si comprende. La Giornata Internazionale della Lingua Madre è l'occasione per riconoscere l'importanza delle lingue e per mobilitarsi a favore del multilinguismo e della diversità linguistica. Il multilinguismo apre fantastiche opportunità di dialogo, necessario per la comprensione e la cooperazione. L'utilizzo della lingua madre coesiste armoniosamente con l'acquisizione di altre lingue». Irina Bokova, Direttore Generale dell'UNESCO

 

Amministrazione trasparente

- ALBO PRETORIO
- PUBBLICAZIONI (delibere, ordinanze)
- BILANCI
PROTEZIONE CIVILE
Piedibus
Last Minute Sotto Casa
Portale della cultura
Città sane
Biblioteca di Albino
BIBLIOTECA DI ALBINO

SPAZIO AL LAVORO
Risorse e informazioni relative al mondo del lavoro
LA BIBLIOTECA INFORMA
Novità editoriali su welfare e servizi sociali
Sportello Unico Attività Produttive
Sportello Unico Edilizia e Attività Produttive
Piano di Governo del Territorio
Contrada di Piazzo e centro storico di Albino nei catasti storici
La contrada di Piazzo
RAGAZZI ATTIVI Progetto partecipazione e cittadinanza
Ragazzi Attivi
PIEDIBUS
Piedibus
PROGETTO ADOLESCENZA
ProgettoAdolescenza