Assegno di maternità

L’assegno di maternità dei comuni è una prestazione concessa dai Comuni e pagata direttamente dall’INPS. Per ottenere l’assegno è necessario presentare domanda negli uffici del Comune di residenza entro sei mesi dal parto o dall’effettivo ingresso in famiglia del minore adottato o avuto in affidamento (in questo caso, il minore deve avere età non superiore ai 6 anni o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali).

L’assegno può essere richiesto dalla madre non lavoratrice oppure dalla madre lavoratrice che non ha diritto all’indennità di maternità dell’Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all’importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.

Per il 2021 l’assegno ammonta a 348,12 € mensili, vale a dire 1.740,60 € complessivi, poiché è concesso per cinque mensilità. Il valore ISEE massimo da non oltrepassare per poter presentare richiesta è di 17.416,66.

Per info: Servizio Socio-Assistenziale – ufficio Amministrativo 035/759920-035/759985-035/759914

torna all'inizio del contenuto