Gruppo di lettura Terza Università

Gruppo di lettura dedicato ad altrettanti libri presentati durante l'ultimo corso della Terza Università di Albino

Data :

25 gennaio 2024

Gruppo di lettura Terza Università
Municipium

Descrizione

Da lunedì 29 gennaio in biblioteca tre incontri dei gruppi di lettura dedicati ad altrettanti libri presentati durante l'ultimo corso della Terza Università di Albino dal prof. Gianluigi della Valentina.

 

Lunedì 29 gennaio ore 14.30

OGNI MATTINA A JENIN di Susan Abulhawa

Per comprendere il conflitto israeliano-palestinese, ambientato tra la Palestina e gli Stati Uniti dagli anni Quaranta ad oggi, attraverso la voce di Amal, la brillante nipotina del patriarca della famiglia Abulheja.

 

Lunedì 19 febbraio ore 14.30

LA MASSERIA DELLE ALLODOLE di Antonia Arslan

Uno sguardo sul genocidio armeno in Turchia del 1915 attraverso la storia della famiglia Arslanian e lo sguardo delle donne sopravvissute, anche grazie alla solidarietà di alcune persone non armene che le salveranno da morte certa.

 

Lunedì 25 marzo ore 14.30

LA FOIBA GRANDE di Carlo Sgorlon

Le vicende storiche che interessano la zona istriana dal 1900 al 1946, attraverso gli occhi del protagonista Benedetto Polo, fuggito in America per evitare l'arruolamento nell'esercito austriaco e tornato in patria a cinquant'anni. Il ritorno coincide con l'occupazione italiana prima e le vicende belliche del secondo conflitto mondiale, per concludersi a bordo di una nave diretta lontano dalla Jugoslavia.

 

Durante l'incontro i lettori avranno la possibilità di discutere e confrontarsi sul libro con gli altri presenti.

 

Per info: Biblioteca Comunale 035759001 biblioteca@albino.it

Municipium

Allegati

gruppi di lett

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot