Piazzale dei Caduti - Sedime del castello

Argomenti :
Patrimonio culturale
Indirizzo Piazza Caduti, 24021 Albino BG, Italia
Punti di contatto
Cap 24021
Modalità di accesso

II piazzale dei Caduti è privo di barriere architettoniche. Accesso gratuito. 

Descrizione Storica

Il castello del vescovo era situato nell’area oggi occupata dal piazzale dei Caduti e dall’isolato a est di questo, su un piccolo dosso all’estremità meridionale del nucleo abitato più antico, lambito sul lato occidentale dalle acque del Rio Re. Tale collocazione permetteva il controllo della strada maestra della Valle Seriana, sulla quale nel corso del Medioevo si sviluppò il borgo, che costituì l’altro nucleo storico dell’abitato di Albino. Nel Trecento, quando ormai tutti i diritti del Vescovado sul territorio di Albino erano alienati al Comune, da questo era regolarmente escluso il castello, usato ancora saltuariamente dal signore ed affittato per brevi periodi a privati per la coltivazione del brolo. La chiesa era originariamente titolata San Daniele, solo nel corso del Quattrocento diviene chiesa di Santo Stefano. La torre, così come la chiesa furono acquistati nel 1810 per abbatterli e ricavarne pietrame per la costruzione dell’attuale chiesa di S. Giuliano. Il complesso, ne restava una torre mozza e le mura, è stato completamente demolito nel 1919 per far posto all’attuale piazzale dei Caduti ed alla Scuola Elementare. Elementi significativi I pochi resti delle costruzioni del castello ancora visibili sono: il cantone dell’edificio posto nella zona nord-ovest del complesso e una colonna con capitello a foglie del principio del XV secolo (via Matteotti 7-9).

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot